Teach me, touch me, twitch me

by PacoVero

Image credits ↓
www.1000dessins.com
Drawing by Mrzyk & Moriceau.

Sono un ragazzo ventenne in una città straniera, non conosco nessuno. Allora passo le mie giornate in un piccolo cinema d'essai a guardare tutti i film in programmazione.

Una sera sono l'unico durante la proiezione di mezzanotte, rimango fuori a parlare con la proprietaria. Una signora di cinquant'anni con qualche ruga e qualche capello grigio, tuttavia il suo spirito giovane mi attrae irresistibilmente. Ma sono troppo timido e non ho nessuna esperienza con le donne, lei invece non ha nessuno che l'aspetta a casa.

Ad un certo punto mi da una carezza, io la sorrido e lei mi bacia. Entriamo dentro dopo aver chiuso la porta a chiave. Ci svestiamo dolcemente mentre affogo la mia faccia sui suoi generosi seni. Mordo i suoi capezzoli, mi inebrio del suo profumo. Dopo mi regala un pompino con le sue labbra delicate, mentre massaggia i miei testicoli con le mani. Sento che sto per scoppiare, ma non succede. La vedo che si toglie le mutandine e si siede proprio sul bancone della biglietteria, comincia a masturbarsi. Io rimango a guardarla, guardo il suo clitoride che si gonfia sempre più. Mi dice di leccarlo; sono rigido, non so come muovermi. Ma lei mi parla, mi dice come fare. Poi mi appoggio sulla sedia, lei prende un preservativo dalla borsa e si lascia penetrare da me. Resto fermo mentre lei trova il suo ritmo e si dimena sopra di me. Le sue braccia dietro la mia nuca. L'eccitazione è troppa, vengo dopo qualche minuto. Restiamo lì abbracciati teneramente, coccolato dalle sue braccia. Non mi importa se questo è un sogno, una fantasia o la realtà. Voglio che lei mi guidi attraverso i piaceri del sesso.

Voglio che tu sia la mia maestra, io il tuo allievo.

Read in English

 
Your Comments ↓

Leave a Reply