Teach me, touch me, twitch me

BY PacoVero
CONFESS YOUR EROTIC FANTASY

Sono un ragazzo ventenne in una città straniera, non conosco nessuno. Allora passo le mie giornate in un piccolo cinema d'essai a guardare tutti i film in programmazione.

Una sera sono l'unico durante la proiezione di mezzanotte, rimango fuori a parlare con la proprietaria. Una signora di cinquant'anni con qualche ruga e qualche capello grigio, tuttavia il suo spirito giovane mi attrae irresistibilmente. Ma sono troppo timido e non ho nessuna esperienza con le donne, lei invece non ha nessuno che l'aspetta a casa.

Ad un certo punto mi da una carezza, io la sorrido e lei mi bacia. Entriamo dentro dopo aver chiuso la porta a chiave. Ci svestiamo dolcemente mentre affogo la mia faccia sui suoi generosi seni. Mordo i suoi capezzoli, mi inebrio del suo profumo. Dopo mi regala un pompino con le sue labbra delicate, mentre massaggia i miei testicoli con le mani. Sento che sto per scoppiare, ma non succede. La vedo che si toglie le mutandine e si siede proprio sul bancone della biglietteria, comincia a masturbarsi. Io rimango a guardarla, guardo il suo clitoride che si gonfia sempre più. Mi dice di leccarlo; sono rigido, non so come muovermi. Ma lei mi parla, mi dice come fare. Poi mi appoggio sulla sedia, lei prende un preservativo dalla borsa e si lascia penetrare da me. Resto fermo mentre lei trova il suo ritmo e si dimena sopra di me. Le sue braccia dietro la mia nuca. L'eccitazione è troppa, vengo dopo qualche minuto. Restiamo lì abbracciati teneramente, coccolato dalle sue braccia. Non mi importa se questo è un sogno, una fantasia o la realtà. Voglio che lei mi guidi attraverso i piaceri del sesso.

Voglio che tu sia la mia maestra, io il tuo allievo.

I'm a twenty year old boy in a foreign city, I do not know anyone. So I spend my days in a small arthouse cinema watching all the films in programming.

One evening I'm the only one during the midnight screening, and I stay out talking to the owner. A fifty-year-old lady with a few wrinkles and a few gray hairs, yet her young spirit irresistibly attracts me. I'm too shy and I have no experience with women, but she has no one waiting for her at home.

At one point she gives me a caress, I smile and she kisses me. We lock the door of the cinema. We slowly undress as I drown my face on her generous breasts. I bite her nipples, inebriated with her scent. Then she gives me a blowjob with her delicate lips, while she massages my balls with her hands. I feel like I'm about to burst, but it does not happen. I see her taking off her panties and sitting right on the ticket counter, she starts masturbating. I look at her, I watch her clit swelling more and more. She tells me to lick it; I'm stiff, I do not know how to move. But she talks to me, tells me how to do it. Then I lean on the chair, she takes a condom from her bag and lets herself be penetrated by me. I remain still while she finds her rhythm and squirms on me. Her arms behind my neck. The excitement is too much, I come after a few minutes. We remain there tenderly embraced, cuddled by her arms. I do not care if this is a dream, a fantasy or reality. I want you to guide me through the pleasures of sex.

I want you to be my teacher, I'm your student.

Your Comments

  • 123Moondog
    It is good to learn from a more experienced person!
  • dieyoungstaypretty
    Wonderful confession! Forse la migliore in italiano :)
Image credits
www.1000dessins.com
Drawing by Mrzyk & Moriceau.